Stampa

Quando arriva in Grecia il primo Frecciargento italiano?

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Teknes

Si svolgerà il 25 marzo, giorno del 200esimo anniversario della rivoluzione contro i turchi del 1821, la corsa inaugurale del primo Frecciargento italiano sulla tratta Salonicco-Atene. Il primo dei cinque treni, frutto della privatizzazione italiana di Trainose, giungerà a Salonicco fra qualche giorno. 

 Si tratta di un ETR 470 di Trenitalia, completamente ristrutturato, in grado di raggiungere i 200 chilometri orari di velocità. I macchinisti di TRAINOSE nelle scorse settimane sono stati impegnati in Italia in un'attività di formazione. In tutto sarà possibile trasportare 600 passeggeri che in sole tre ore e un quarto di viaggio andranno dalla capitale a Salonicco, una rivoluzione per le ferrovie elleniche privatizzate, e con la prospettiva di intrecciarsi con le nuove direttrici dei containers. Un risultato su cui pesano gli sforzi comuni dei due paesi (anche diplomatici italiani ad Atene), che hanno visto l'ad di Treinose, Filippos Tsalidis, terminale finale.

La privatizzazione di Trainose ad opera di Ferrovie dello Stato risale al gennaio di tre anni fa, con l'accordo da 45 milioni siglato dai vertici dei due gruppi, il Direttore Generale di FS Italiane, Renato Mazzoncini, e l’AD del fondo per lo sviluppo degli asset della Repubblica Greca (Hellenic Republic Development Asset Fund – HRDAF), Antonis Leousis.

Un investimento, quello italiano in Grecia, che segue le orme di altri intrecci sull'asse italoellenico come dimostra la presenza in Grecia di Finmeccanica, Fca, Piaggio, Generali, Barilla, Ferrero, Granarolo, Alitalia, Eni, Edison, Enel Greenpower, Grimaldi, Autogrill. Passando per Kimbo, Menarini, Salini-Impregilo, Luxottica, Calzedonia e Safilo. Recentemente Snam ha avuto un ruolo significativo nella privatizzazione dell'utilities ellenica Desfa.

 

twitter@mondogreco

 

 

Comments: