Stampa

Una faccia, una razza: Italia e Grecia unite dalla pittura

Scritto da Redazione on . Postato in Teknes

Da qualche giorno è avvenuto lo scambio di testimone fra Grecia e Italia per il semestre di Presidenza del Consiglio dell’Unione europea. Si tratta di popoli che hanno un patrimonio culturale in comune e si riconoscono in radici condivise. L’Università eCampus ha inteso solennizzare quest’evento emblematico, immaginando una Mostra collettiva che mescoli linguaggi artistici, fra pittura e fotografia e incoroni l’arte come l’esperanto di pace e prosperità fra i popoli. Dodici artisti adorneranno fino a metà settembre l’Ateneo coi frutti della loro vivida immaginazione.   
 Giovedì 10 luglio 2014, alle ore 18:30, presso la sede in via del Tritone 169, spazio al vernissage della Mostra ‘Italia – Grecia: una faccia, una razza – Avanguardie artistiche e tradizione’: 12 artistiche condividono le radici della civiltà europea: Clara Fantini Tsaroucha, Giuliano Katinis, Theodoro Kyrkos, Dimitris Vakalis; Nuvola Calenda di Tavani, Francesco Canini, Antonio Ciarallo, Angelo Cortese, Stefania Fabrizi, Maurizio Gabbana, Massimo Patroni Griffi e Paolo Vignini. Col Patrocinio della Commissione europea, ufficio italiano, dell’Ambasciata di Grecia, del Consiglio dei Greci all’Estero e dell’Associazione Anno Marguttiano.
Sponsor tecnici: Ellenika, Holycon. E’ stato invitato Jannis Kounellis, di cui sarà in mostra un’opera, straordinariamente per il vernissage.
 
Saluti introduttivi: Rita Neri, responsabile sede di Roma Università eCampus; Sandro Gozi, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega al semestre di Presidenza UE (messaggio video); Lucio Battistotti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea; Themistoklis Demiris, Ambasciatore di Grecia presso la Repubblica Italiana; Fausto Bertinotti,Presidente emerito della Camera dei Deputati; Silvana de Nicolò – consigliere Regione Lazio
Coordinerà: Stefano Sassi, TG2. Parteciperanno: Katerina Giannaki, componente Consiglio dei Greci all’Estero – SAE; Mara Girace, Triennale di Salonicco; Pio Monti, gallerista; Amb. Umberto Vattani, già Segretario generale del Ministero degli Affari Esteri e ideatore della Collezione di Arte Contemporanea MAE.
 
Theodoros Kyrkos è nato in Grecia nel 1950. Ha studiato pittura con il professor Makis Rompolas a Mesologhi e dopo come allievo di Franco di Tullio professore a RUFA. Ha realizzato mostre personali a Monaco di Baviera, Berlino, Atene e Salonico. Oggi continua la sua ricerca espressiva rivolgendosi ad una pittura informale materica.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Julianos Kattinis è nato a Damasco nel 1934 da famiglia greca ateniese. Ha studiato arte a Damasco, Gerusalemme, Beirut, Cairo, Parigi, Atene, Monaco di Baviera e Roma, dove si è diplomato all’Accademia Nazionale di Belle Arti AA-BB nel 1964. Artista di fama internazionale, presente alla XXXII Biennale Internazionale di Venezia nel 1964, ha realizzato 250 mostre in Italia ed all’estero in prestigiose Gallerie e Musei, fra cui il  Museo di Palazzo Braschi a Roma  (1972)  Palazzo delle Esposizioni del Pireo-Atene ( 1977), Museo d’Arte d/Gener. Ital.del 900 G. Bargellini (2003).
Ha inoltre realizzato grandi opere di affreschi e murali in Italia ed all’estero. Dal 1961 vive ed opera a Roma.
 
 
 
 
 
 
 
 
Clara Fantini, genovese di nascita, si è formata artisticamente  a Roma presso l’Istituto Statale  d’Arte Applicata. Dal 1985 vive e lavora a Kavala (Grecia) e dal 1992 ha esposto i suoi lavori in diverse mostre personali e collettive in sedi prestigiose sia in Grecia (Kavala, Xanthi, Salonicco e Hydra) che all’estero (Milano, Londra, Shanghai, Monaco di Baviera). Nel 2011, in occasione del 150° Anniversario dell’Unita` d’Italia, ha donato all’Ambasciata d’Italia in  Atene - durante il mandato di S.E. l’ Ambasciatore Francesco Trupiano - il quadro ‘’Noi’’  presentato nella sede della medesima Ambasciata in occasione della cerimonia del 2 giugno. Nello stesso anno ha partecipato all’evento: "Padiglione Italia nel Mondo"- Biennale di Venezia 2011 dopo essere  stata selezionata dalla Commissione giudicatrice presieduta dal prof.Vittorio Sgarbi, con un’installazione denominata "Insieme", opera che  è rimasta esposta dal 4 giugno al 27 novembre 2011 (periodo di durata della Biennale)  nella Sala Savinio dell’Istituto Italiano di Cultura di Salonicco ed è stata inserita nel catalogo del Padiglione Italia nel Mondo “Lo stato dell’Arte-State of the Arts” a cura di Vittorio Sgarbi & Francesca Valente. 
Sue  opere si trovano inoltre nella sede del Municipio, nella Biblioteca comunale, nel Conservatorio comunale di musica di Kavala, nonchè in collezioni private.
 Ha inoltre creato le opere  per  le etichette delle bottiglie del rinomato vino  “Magiko Vouno” di Nikos Lazaridis.       Dal 2011  è  iscritta all’Albo degli artisti greci (Ε.Ε.Τ.Ε.).
 

Dimitri Vakalis
è nato a Ano Fanari (Poros) il 15 febbraio del 1928. Finisce gli studi all'Accademia delle Belle Arti di Atene dove ottime una borsa di studio per l'Istituto Centrale del Restauro di Roma. Per 30 anni vive e lavora nella Capitale italiana continuando a dipingere e partecipare a mostre collettive e personale in Italia e in Grecia. Muore a Matera il 27 marzo 1993.
 
 

Comments:

Articoli simili

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+