Stampa

Fiera del libro di Salonicco, risposta culturale allo spread

Scritto da Enrico Filotico on . Postato in Culture

I titoli calano? Salonicco risponde. Per una volta non si parla di titoli finanziari, ma di pubblicazioni vendute. Dal 2006 la Grecia ha visto una vertiginosa caduta in materia di libri venduti, così Salonicco ha allestito la 10 ° Fiera Internazionale del Libro. I fondi sono quelli provenienti dal QSN, circa € 1.865.200 € per il periodo compreso tra 2011-2014. La mostra potrà vantare ospiti illustrissimi. Per incrementare il numero di titoli venduti il sindaco, che ha consentito la realizzazione dell’evento, ha dichiarato la Gran Bretagna paese ospite d'onore. Infatti la presenza della lingua anglofona è una sicura fonte di attrazione per editori, e non solo. Dall’Inghilterra arrivano alcune tra le 10 penne più importanti della letteratura contemporanea britannica, come Jonathan Crowe e Andrew Krumm. La fiera ha avuto inizio giovedì, e si chiuderà domenica 19 maggio, giorno in cui lo stesso sindaco di Salonicco a mezzogiorno farà il suo discorso nel padiglione principale, durante il quale probabilmente ricorderà quanto sta accadendo in Grecia in questi anni. 
 
Nonostante la grande crisi, la città ospitante si può ritenere soddisfatta, in quanto ad oggi detiene la paternità dell’11% delle pubblicazioni nazionali, seconda solo ad Atene che ne possiede la quasi totalità dell’82%. Questa mostra non sarà solamente un’opportunità per greci e britannici, risulta essere infatti una grande possibilità per molti scrittori balcanici. I dati stimano che alla fine dell’intera manifestazione saranno stati presenti scrittori provenienti da ben 10 paesi dei Balcani, che avranno catturato l’attenzione di circa 200 editori, arrivati per scovare talenti. Come detto, nonostante l’entusiasmo, per le case editrici non è un periodo fasto. Il 2006 contava circa 10.296 titoli stampati, segnando l’anno del boom nel mercato greco, già nel 2008 lo sviluppo si è bloccato, con l’inizio della grande crisi che ha ribassato il numero di titoli e portato al fallimento moltissime case editrici.
 
Il festival non sarà solo un’occasione per lanciare nuovi scrittori, ma festeggerà anche Costantino Kavafis. Si celebrano infatti i 150 anni dalla sua nascita, lo si ricorderà per essere stato il più famoso tra i poeti ellenici dell’ultimo secolo. In virtù dell’occasione speciale, è stato allestito un intero stand per accogliere gli interessati. 

 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+