Stampa

Lira turca sempre più giù: il collasso è solo una previsione da Cassandre?

Scritto da Paolo Falliro on . Postato in Crisis

Oggi è stata un'altra giornata negativa per la lira turca, che ha perso il 10% rispetto al dollaro dopo che il presidente Recep Tayyip Erdoğan ha raddoppiato l'impegno a mantenere i tassi di interesse al di sotto dell'inflazione per stimolare la crescita economica e le esportazioni. Ha inoltre promesso di uscire vittorioso da "una guerra economica di indipendenza". 

 La banca centrale, i cui vertici sono stati sostituiti costantemente da due anni a questa parte, ha abbassato i tassi di interesse al 15% dal 19% negli ultimi tre mesi, ma l'inflazione è salita a quasi il 20%. Il tema si riflette anche sulla congiuntura economica complessiva che risente delle preoccupazioni degli investitori internazionali.

Già detto di Unicredit, in uscita dalla banca turca Yapı Kredi cedendo il 18% al suo partner locale Koç Holding, e di Citigroup, si fa anche il nome di HSBC come player in fuga dal paese. Il rischio, secondo tutti gli analisti, è che le policies erdoganiane possano provocare una crisi valutaria che ricorda l'estrema volatilità osservata nel 2018.

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+