Stampa

Troika ad Atene: altre misure per 9 miliardi o taglio delle pensioni

Scritto da Raffaele de Pace on . Postato in Crisis

Probabilmente sarà martedì prossimo il giorno in cui gli emissari della troika torneranno ad Atene per ragionare sui progressi greci e sulle previsioni future. Da alcune fonti diplomatiche emerge che il triumvirato dei creditori avrebbe chiesto al governo Tsipras di impegnarsi su misure pari a 9 miliardi di euro. Il Fmi ha insistito ieri, attraverso il portavoce Gerry Rice, sui 9 miliardi di euro di misure richieste entro il 2018, con la prospettiva di un nuovo taglio delle pensioni se l'obiettivo non dovesse essere raggiunto.
 
Non sorridono i numeri forniti dall'Istituto di statistica Elstat sulle condizioni di salute dell'economia ellenica. La recessione nel 2015, ha detto oggi Elstat, è stata dello 0,2%. Si tratta dei primi dati annuali sull'andamento del PIL relativi allo scorso anno. Se da un lato i numeri certificano che la crisi non era così imponente come sembrava dalle prime previsioni (0,7%), dall'altro è leggermente peggiore rispetto alla previsione ufficiale del bilancio UE, pari a zero.
 
Il PIL nel 2015 in termini di volume è stato pari a 185,1 miliardi e ha registrato un forte calo degli investimenti fissi lordi del 13,1%, delle esportazioni (3,8%) e delle importazioni (6,9%).
 
Nella capitale ellenica intanto torna la tensione: due giorni fa davanti al ministero delle Finanze c'è stata una lunga protesta da parte dei lavoratori degli ospedali pubblici. Hanno impedito ai dipendenti del ministero di fare ingresso in ufficio: contestano il piano del ministro Katrougalos per la previdenza sociale e la tragica carenza di mezzi negli ospedali di tutto il paese.
 

 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+