Stampa

Mai più l’incubo di Alba dorata. E ora una legge per la diaspora

Scritto da Francesco De Palo on . Postato in Politikì

Mai più l’incubo di Alba dorata. E ora una legge per la diaspora. Così Katerina Giannaki, mambro del Sae Greci all’estero che in una conversazione con Mondo Greco fa il punto sulla situazione nel Paese a cavallo tra le note vicende giudiziarie legate al partito di Alba dorata e passando dal memorandum della troika che sta impoverendo la Grecia.
 
Cosa significa per la Grecia l'arresto dei deputati di Alba dorata?
Innanzitutto il delitto dell'artista d'avanguardia Pavlos Fyssas è stato un atto vergognoso per la Grecia dove è nata la democrazia. Deve pagare chi è stato responsabile e chi continua a creare problemi di razzismo. E'dovere di ogni persona, di ogni cittadino democratico, di ogni donna, di ogni lavoratore, di ogni pensionato denunciare i crimini d Alba dorata.
 
Il leader del Syriza, Alexis Tsipras, prossimo vertice dell’Internazionale socialista si mormora, ha detto che la medicina sta nella democrazia, quindi nelle elezioni: è l'unica soluzione al momento?
Certamente le elezioni rappresentano in questo momento la risposta al bisogno di cambiamento rispetto alla situazione dettata della troika. La situazione complessiva è sotto gli occhi di tutti: disoccupazione al 30% e quella giovanile al 50%; più di 100.000 piccole e medie imprese hanno chiuso e si prospetta la chiusura di altre 200.000; aumento nel 2013 del numero dei suicidi e degli emigranti alle mense per i poveri; nelle strade di Atene il centro è diventato luogo di degrado culturale e di violenza. 
 
Secondo il Financial Times il fenomeno Alba dorata è frutto del memorandum  lacrime e sangue della troika: è così?
La troika e il memorandum sono i principali responsabili dell'attuale situazione politico-economica in Grecia. Sono loro che alimentano il razzismo e seminano nel Paese i germi della guerra civile.
 
Come vivono i greci della diaspora la crisi nel Paese?
I greci della diaspora hanno grandissimi legami economici, culturali e sentimentali con la Grecia e mai si sono allontanati dalla realtà del loro paese. Su queste basi sono estremamente solidali e con amarezza vivono il dramma che in questi anni sta interessando la Grecia intera. 
 
Quanto è utile una legge per il voto all'estero?
E'un'esigenza non più procrastinabile ormai ed è diventata, anzi, una necessità assoluta. Noi siamo protagonisti nei paesi ospiti come i  migliori ambasciatori per le nostre singole realtà. Altri Paesi sono già avanti in questa battaglia, mi auguro che presto anche la Grecia lo faccia. 
 
twitter@FDepalo

 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+