Stampa

Covid in Grecia, basterà la stretta del governo per salvare il Natale?

Scritto da Giorgio Fthia on . Postato in Politikì

Sono cinque le misure straordinarie decise dal governo greco per affrontare l'impennata di casi da Covid19 nel paese. Le ha annunciate il premier Kyriakos Mitsotakis per provare ad abbassare i contagi fino alle prossime feste natalizie.

 Da lunedì prossimo i negozi saranno aperti dalle 10 alle 21 per evitare il sovraffollamento. Il divieto di ingresso nei luoghi chiusi varrà per i non vaccinati che non entreranno più nemmeno con un test negativo (eccezioni sono i negozi di alimentari e le farmacie).

L'ingresso dei fedeli non vaccinati nelle chiese avverrà solo con un test negativo. Inoltre il green pass per le persone vaccinate di età superiore ai 60 anni varrà solo per sette mesi, tranne in caso di terza dose: il che produrrà una proroga del certificato. Nel settore pubblico e privato gli orari degli ingressi scaglionati sono prolungati, al fine di evitare il sovraffollamento. 

"Non ci sono folli e intelligenti in una battaglia nazionale – ha detto il premier - Tutti devono assumersi le proprie responsabilità: lo Stato, il governo locale, gli organismi scientifici ma anche le singole associazioni professionali”. 

Ha annunciato anche un rafforzamento del Sistema Sanitario Nazionale, con il coinvolgimento dei medici privati nelle situazioni più difficili. Inoltre sono previste nuove assunzioni per sostituire quegli operatori sanitari non vaccinati che sono stati sospesi dal proprio posto di lavoro. In tutti i luoghi resta in vigore il rispetto della distanza e l'uso della mascherina. 

@mondogreco

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+