Stampa

Un poliziotto vuol far pipì? Al parlamento di Atene (forse) no

Scritto da Giorgio Pili on . Postato in Politikì

E'polemica ad Atene tra il presidente della Camera Zoì Kostantopoulou e le forze dell'ordine. Pochi giorni fa un poliziotto appartenente al gruppo delle teste di cuoio dei MAT non ha potuto usufruire della toilette del parlamento. Il motivo? Non aveva l'uniforme, ma era impegnato all'esterno della Camera assieme ad altri colleghi per pattugliare il corteo di anarchici e incappucciati che scorrazzano ormai nel centro di Atene.
 
Poco dopo ecco la pezza, più grande del buco: la presidenza della Camera si è giustificata dicendo che erano controlli di routine contro eventuali infiltrati e ha emesso una circolare secondo cui i poliziotti possono andare a far pipì nel Parlamento ma solo se lasciano le armi fuori. Sui giornali intanto è polemica, anche con il ministro degli interni Panousis che chiede più rispetto per la polizia, già vessata da tagli di stipendi e mezzi ridotti ai minimi termini.
 
Zoi Kostantopoulou intanto preferisce seguire la strategia del divieto per le teste di cuoio (i MAT) di reagire alle provocazioni degli anarchici i quali hanno già protestato contro il governo, addirittura entrando settimane fa nella sede di Syriza per srotolare uno striscione contro il carcere duro.

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+