Stampa

La più grande di sempre: Maria Callas

Scritto da Enrico Filotico on . Postato in Teknes

Maria Callas, torna a far parlare di sé. Come se, a trentasei anni dalla sua morte,  volesse ancora dimostrare qualcosa a chi l’aveva già messa nel dimenticatoio. La Divina, era così che l’avevano soprannominata, per via delle sue straordinarie doti di soprano e attrice. Quelle stesse doti che l’avevano portata a riscuotere anche un’incredibile successo mediatico, e che avevano conquistato il cuore del grande miliardario  Aristotele Onassis, fino a costruire intorno a lei un vero e proprio mito. Oggi Maria vince ancora, perché davanti al sondaggio su quali siano state le voci verdiane migliori del secolo, lei è in testa. Quarantadue voti e cento votanti, infliggendo una sonora batosta a tutti, anche alla sua rivale di sempre Renata Tebaldi.
 
La classifica ha lasciato tante sorprese, ma non sul primo posto, quasi scontato e datole di diritto.  Carlo Bergonzi, il primo invece dei tenori verdiani secondo il sondaggio e decano della lirica, spiega facilmente il perché della leadership della cantante: “La Callas e la Tebaldi rappresentano due casi a parte. Pur non essendo voci verdiane hanno lasciato un segno importante: la prima per l'espressività unica al mondo, la seconda per la bellezza del suono puro e la sua intelligenza nell'usare il colore”. 
 
Le spiegazioni alla grandezza della soprana vengono anche da chi ha votato, così Cecilia Gasdia spiega perché Maria Callas è grande : “Maria non sarà mai datata: così si canta e basta”. Premiata da tutti, è lei che nei desideri del compositore ha ridato vita ad opere come l’Aida, il Corsaro e la Traviata. La Divina Maria ha scritto una storia, che a distanza di trentasei anni dalla sua morte, ancora non può essere dimenticata. E non lo sarà mai.
 

 

 

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+