Stampa

Anniversario del genocidio del Ponto: parlamento greco illuminato

Scritto da Redazione on . Postato in Teknes

Il palazzo del parlamento greco è oggi illuminato in occasione dell'anniversario del genocidio del Ponto, il massacro di etnia greca durante la prima guerra mondiale e la successiva guerra greco-turca. La Grecia ha ufficialmente riconosciuto l'omicidio di circa 370.000 greci tra il 1914 e il 1923.

 E'datata 24 febbraio 1994 la nascita della giornata della memoria per il genocidio dei Ponti, greci che vivevano nel nord dell'Asia Minore, nel Ponto, dopo la dissoluzione dell'impero bizantino e, al pari degli Armeni, che vennero trucidati dalla barbarie ottomana. La conquista di Trabzon nel 1461 da parte degli Ottomani non rivoluzionò di un solo millimetro la loro coscienza greca.

Ma il 19 maggio del 1919 Mustafa Kemal sbarcò a Samsun per iniziare la seconda e più brutale fase del genocidio Ponziano, sotto la guida di consiglieri tedeschi. Secondo alcuni storici le vittime del genocidio furono 350.000. Coloro che sfuggirono alla spada turca scapparono, come profughi, nel sud della Russia, mentre circa 400.000 cercarono riparo in Grecia. Con la loro professionalità e il loro lavoro hanno contribuito notevolmente al recupero di ciò che era stato loro strappato e hanno inciso non poco sull'equilibrio demografico ellenico.

 

Comments: