Stampa

Snam: utile netto in crescita di oltre il 7% nei primi nove mesi 2021

Scritto da Redazione on . Postato in Teknes

Il Consiglio di Amministrazione di Snam, riunitosi ieri sotto la presidenza di Nicola Bedin, ha approvato i risultati consolidati dei primi nove mesi del 2021 (non sottoposti a revisione contabile). Il Consiglio ha altresì deliberato la distribuzione di un acconto sul dividendo 2021 pari a 0,1048 euro per azione, con pagamento a partire dal 26 gennaio 2022.

Marco Alverà, Amministratore Delegato di Snam, ha commentato: “I risultati dei primi nove mesi mostrano la solidità del nostro core business, la crescita delle nuove partecipazioni come De Nora e la continua attenzione all’ottimizzazione della struttura finanziaria. In una fase di forte aumento e volatilità dei prezzi del gas e di difficoltà di approvvigionamenti a livello globale, Snam incrementa i propri investimenti per contribuire alla sicurezza energetica dell’Italia, che oggi è in condizioni migliori rispetto ad altri paesi europei grazie alla propria capacità di stoccaggio e all’entrata in esercizio del TAP.

Prosegue lo sviluppo dei nuovi business della transizione energetica con investimenti e progetti nell’idrogeno, nel biometano, nell’efficienza energetica e nella mobilità sostenibile. Si rafforza il nostro impegno ESG in favore dei territori, delle comunità e dell’ambiente, con un nuovo target di riduzione delle emissioni di metano in vista dell’obiettivo delle zero emissioni nette dirette e indirette al 2040”.

In dettaglio: Ricavi totali: 2.334 milioni di euro (+14,9% rispetto ai primi nove mesi 2020), per l’aumento degli investimenti nel core business regolato. Cresce il business dell’efficienza energetica; 

Margine operativo lordo (EBITDA) adjusted: 1.716 milioni di euro (+2,8%), per effetto dello sviluppo del core business regolato; 

Utile netto adjusted di gruppo: 938 milioni di euro (+7,4%), per effetto della positiva performance operativa, del contributo delle società partecipate e della continua ottimizzazione della gestione finanziaria, con un costo del debito medio inferiore all’1%; 

Investimenti tecnici: 866 milioni di euro (+13,6%; di cui +11,8% relativi al core business);

Indebitamento finanziario netto: 13.806 milioni di euro (12.892 milioni di euro al 31 dicembre 2020, +7,1%) per l’acquisizione della partecipazione in De Nora, per la crescita del piano investimenti, del capitale circolante legato allo sviluppo del business dell’efficienza energetica e per un effetto stagionale dovuto all’attività di bilanciamento; Acconto dividendo 2021: 0,1048 euro per azione; 

Nuovi obiettivi di riduzione delle emissioni di metano: -55% al 2025 su base 2015 (vs -45% del precedente target), obiettivo più ambizioso di quello raccomandato dalla Oil and Gas Methane Partnership (OGMP) 2.0. Ottenuto il Gold Standard UN Environment Programme per la reportistica sulle emissioni di metano. 

@mondogreco

 

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+