Stampa

La pittura "divina" in mostra a Cipro

Scritto da Redazione on . Postato in Teknes

 La Società di studi ciprioti e il Comitato cipriota per studi bizantini, in collaborazione con l'ambasciata di Grecia a Cipro e con il sostegno della Leventis Foundation (Cipro), hanno organizzato nell'ambito della Presidenza del Consiglio dell'Unione europea la mostra "Pittura divina: le tendenze e gli effetti nella pittura ecclesiastica di Cipro durante il XIX e il XX secolo e il ruolo dello stato greco moderno". La Mostra sarà inaugurata a Nicosia nel vecchio palazzo arcivescovile, che ospita la società di studi ciprioti martedì 1 luglio fino al 25 ottobre 2014. Agli occhi dell'occidente la pittura cipriota ha costituito un nuovo flusso artistico collegato allo stato greco. Adottando questo modello la Grecia è stata idealmente più vicina al concetto di libertà ed è riuscita ad esprimere la sua arte liberatoria e pro-unificazione nazionale. Il linguaggio pittorico è stato diffusa a Cipro nei monasteri di Stavrovouni, Ag. Georgios Alamanou, Trooditissis e St Barnabas.
 
L'esposizione comprende circa 100 opere appartenenti al clero, disegni di pittori, studi e oggetti di arte religiosa popolare, che riflettono il modo in cui si plasmò l'arte del XIX e XX secolo in Grecia influenzando anche Creta. 
 
Saranno esposte opere dei laboratori Ntzenioy, Paul Pavlidis, Vassilis Michaelides, Adamantios Korais, Ioannis Giabopoyloy, Othonos, Andrea Panaretoy, Kousoulides Chrysohous, Nicholas Kounelaki, Michael Christodoulides, John Kissonergi, Nikos Fragoulidi, Nikolaidi Solomou, Gabriel Theocharides e agiografie dei Santi monasteri di Stavrovouni, Trooditissis, Ag. Agias Fylaxeos Georgios-Ag. Georgios Alamanou, Engomi, Apostolou Varnava occupato Agioreitikwn laboratori, laboratori russi, Iwannikioy Mayropoyloy, Kallinikos Stayroboyniwti e pittore contemporaneo Matthew Matthew.
 
La manifestazione è curata dal prof. Charalambos Chotzakoglou e da Ioannis Iliadis ed è il frutto della collaborazione di una moltitudine di soggetti, come il museo bizantino di Nicosia e la Fondazione art of Arcivescovo Makarios III.

Comments:

Mondogreco sui Social Media

seguici su questi network

facebook twitter google+